Antico Podere i vini che occhieggiano alla storia

 

 
 
 

Antico Podere i vini che occhieggiano alla storia

tratto da "Vino e cibo, scorribande in cucina, viaggi e curiosità" quotidiano di informazione enogastronomica del 23 febbraio 2011

E’ la gente che fa la storia cantava Francesco De Gregori e se l’assunto è vero, la cantina Antico Podere di Monselice produce vini che ammiccano alla storia locale. Il rosso imperatore è un omaggio a Federico II che si fermò a Monselice e fece erigere il mastio sul colle della Rocca che porta ancora il suo nome. Un vino composto da uvaggi di Cabernet 50%, Merlot 45 % e Friularo 5%, I giorni di macerazione delle uve sono 12 e dopo il filtraggio viene messo in barrique dove matura per quattro mesi. Un affinamento leggero per garantire al vino un colore rosso rubino e un sapore che richiama ai frutti di bosco. L’azienda Antico Podere è di proprietà di Silvano Bertazzo. La produzione si completa con il Cabernet, Sauvignon, Friularo, Prosecco e Fior d’Arancio e Rosé. I vigneti dell'azienda sono dislocati in tre appezzamenti. Il terreno è d’origine alluvionale. Il clima mite favorisce un ambiente ideale per la coltivazione della vite.


Dal 1980 è cambiata totalmente l’ottica aziendale mira ad una produzione di qualità. L’operazione è stata resa possibile dalla naturale vocazione di questi terreni alla viticoltura a cui s’aggiunge la professionalità delle maestranze dell’azienda Bertazzo concepisce così l'impianto del vigneto: 3500 piante per ettaro per ottenere una produzione d’uva limitata per ceppo.

Si fa seguire l’inerbimento, bassa concimazione e lotta integrata ai parassiti della vite. La vendemmia si svolge interamente a mano. La vinificazione avviene attraverso un lento e accurato processo. E’realizzata con moderne attrezzature enologiche che permettono al vino di mantenere intatte le sue caratteristiche: la spremitura è soffice, la temperatura è controllata durante la fase di fermentazione e affinamento dei vini. La coltivazione della vite avviene su terreni che si trovano a San Cosma, una località di Monselice. La localizzazione dei vigneti si chiama 'stortola'. Gli storici  del luogo sostengono che la strada è stata costruita sopra il letto di un torrente tanto che l’ha resa sinuosa come le anse del corso d’acqua. La falda d’acqua che scorre sotto i vigneti è linfa per le viti. I vini ne beneficiano e sono tutti da scoprire.